GEAPRESS – Era dedicata proprio agli allevatori di fringillidi, la mostra attenzionata dal Corpo Forestale dello Stato a Paola, in provincia di Cosenza. Per sconfiggere la commercializzazione illegale, dicono al Corpo Forestale, gli Agenti dei Comandi Stazione di Rende, Fiscaldo e Paola, si erano appostati nei pressi. Sono così stati scoperti in flagranza di reato, tre venditori che, approfittando dello stesso flusso della manifestazione, vendevano illegalmente proprio dei fringuillidi.

Un’abitudine, questa, comune da nord a sud e che, secondo gli stessi inquirenti, serve ad “rinsanguire” gli allevamenti di uccelli. I tre bracconieri si erano posizionati proprio nei pressi della mostra e all’interno delle loro automobili, vendevano gli uccellini. Alla vista della Forestale vi è stato il fuggi fuggi generale. Ad essere fermati, dicono al Comando Provinciale di Cosenza del Corpo Forestale dello Stato, sono stati pure alcuni clienti.

Dodici cardellini, tutti senza anellino inamovibile, ovvero di provenienza illegale. Violazioni amministrative e penali e tre denunciati. Tutti residenti nei pressi. Amantea, in due casi, e a Cetraro. Tutti gli animali, su disposizione della Procura della Repubblica di Paola, sono tornati alla natura.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati