polizia provinciale cosenza
GEAPRESS – Una denuncia per porto abusivo di arma da fuoco ed un’altra per consegna di arma a persona priva di porto d’armi. Questo il risultato dell’intervento del Distaccamento della Polizia Provinciale  di San Giovanni in Fiore in località Zarella, nel Comune di Spezzano della Sila (CS).

Nel corso di un servizio antibracconaggio, gli Agenti hanno prima sanzionato amministrativamente alcune persone che praticavano la caccia alla lepre in difformità a quanto previsto dalla normativa in vigore e poi, quasi al confine con il Parco Nazionale della Sila,  hanno attuato un’articolata perlustrazione tra gli stessi boschi   di Zarella. Nel fitto della pineta hanno così individuato una persona munita di un fucile calibro 20 priva, però, di porto d’armi poiché scaduto. Per lui, oltre al denuncia, anche la sanzione amministrativa di 924,00 euro dal momento in cui non aveva effettuato i necessari versamenti al fine di poter svolgere l’attività venatoria. Contestualmente, il personale della Polizia Provinciale accertava inoltre che l’arma non era di proprietà dello stesso.

Il legittimo proprietario, residente come il primo denunciato a Luzzi (Cs), veniva così segnalato all’autorità giudiziaria per aver consegnato un’arma ad una persona priva di porto d’armi. Ad essere posto sotto sequestro è stato un fucile calibro 20, alcune munizioni, materiale da caccia, due radioline portatili e della documentazione.

La Polizia Provinciale di Cosenza tiene a precisare di essere  impegnata in prima linea contro il bracconaggio è per il rispetto delle varie norme in materia di armi e munizioni, spesso impiegate proprio nell’attività venatoria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati