GEAPRESS – Anche nel mese di novembre scorso gli attacchi sono stati pesanti.
Enna – 9 novembre: Spara con una carabina  dalla finestra di casa per allontanare  i piccioni che lo infastidiscono, ma colpisce la casa  del dirimpettaio. L’uomo e stato denunciato per danneggiamento e spari in luogo abitato.

Castrocaro Terme (FC) – 11 novembre: Da del cibo ai piccioni ed è multato per 50 euro. Colto in flagrante mente rifocillava i piccioni I.V. 78enne  si rifiuta di pagare la contravvenzione.
“Il piccione è un granivoro con un’aspettativa di vita di 15-20 anni” ha dichiarato ” Da quasi 4 lustri non si riproduce a causa delle taccole reclutate dal Comune. Le taccole si cibano delle uova di piccione precludendone la riproduzione. Negli altri paesi dell’Europa i piccioni vengono nutriti e non lasciati morire di fame”. A Castrocaro è in vigore un’ordinanza che vieta l’alimentazione dei piccioni.

Fermo – 13 novembre: Viveva senza acqua, con 130 piccioni ed un gatto morto. Almeno 20 centimetri di escrementi sul pavimento del suo appartamento in pieno centro. G.S. giovane disoccupato è stato ricoverato per un trattamento sanitario obbligatorio, l’appartamento sgomberato, ma che fine hanno fatto i piccioni?

Lecce – 21 novembre: Il comitato popolare leccese dichiara i piccioni pericolosi e chiede al Sindaco di ridurli. Il Presidente del Comitato suggerisce falchi, dissuasori, definisce il piccione “animale molesto per eccellenza” ed elenca 60 malattie, alcune delle quali mortali, e tutte contagiose che trasmetterebbero! Dichiarazioni che potrebbero scatenare terrore, panico e… disinformazione.

Perugia – 23 novembre: La leader del Movimento per Perugia, Carla Spagnoli, lamenta il fatto che siano stati stanziati 7mila500 euro per contare i piccioni.

Trento – 28 novembre: Arrivano i falchi per scacciare i piccioni dal cimitero. A lamentarsi la Lista Civica Morandini: “il luogo sacro sta diventando una piccionaia!” .

Montecorsaro (MC) – 30 novembre: Alla frazione Selve un cacciatore è stato sorpreso a sparare ai piccioni torraioli, ne aveva già uccisi sei. Fucili, munizioni e colombi sono stati sequestrati. Il  cacciatore, recidivo, è stato segnalato all’Autorità giudiziaria. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).