cipro II
GEAPRESS – Fine del primo turno del campo antibracconaggio condotto dal CABS a Cipro.

I volontari specilizzati nell’antibracconaggio, impegnati in uno dei posti del Mediterraneo più delicati per quanto riguarda la difesa degli uccelli migratori, riportano anche quest’anno cifre che evidenziano, ancora un volta, la gravità del fneomeno.

Secondo i primi dati sarebbero già ben 250 gli uccelli uccelli sottratti e salvati dai bracconieri. Trentadue, invece, le reti da uccellagione disattivate così come i 25 richiami registrati e le 900 trappole (cosiddette “limestick”) rimosse ed in parte sequestrati dalla Polizia. Le autorità preposte al controllo hanno finora denunciato una decina di bracconieri, segnalti grazie all’attività dei volontari del CABS.

A tal proposito, comunica il CABS, giungeranno nel fine settimana nuovi attivisti e l’attività si intensificherà sempre più. Numerosa, anche quest’anno, la presenza di volontari italiani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati