volpe laccio II
GEAPRESS – Una scena raccapriccinate quella ove si sono imbattute le Guardie Eco Zoofile dell’ANPANA in servizio antibracconaggio nell’area del Comune di Casto (BS).

Un volpe impiccata in un cavo d’acciaio posto ai bordi di una recinzione. L’area, caratterizzata da un fitto bosco, ha rivelato ulteriori lacci-cappio tanto da rendersi necessario, per i successivi sopralluoghi, l’intervento della Polizia provinciale di Brescia.

Gli Agenti, arrivati dal Distaccamento di Desenzano, hanno così avviato la bonifica congiunta alle Guardie dell’ANPANA, individuando ed eliminado ben 29 cappi. In alcune di quesste trappole vi erano i segni evidenti di animali precedentemente catturati.  Ad essere stata rinvenuta è stata anche un rete per uccellagione lunga circa 10 metri. Tra le maglie un merlo ancora in vita che è stato subito liberato.

Le Guardie dell’ANPANA annunciano ora nuove indagini per dare un nome al responsabile di tale azione. Alla Procura della Repubblica, invece, la notizia di reato per  l’uso di mezzi vietati alla caccia, uccellagione, maltrattamento ed uccsione di animali.

Un ringraziamento è stato rivolto alla Polizia Provinciale ed alle Guardie dell’ARCI caccia intervenute sul posto

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati