cinghiale trappola
GEAPRESS Un anziano bracconiere con una gabbia trappola per animali selvatici. Un soggetto, riportano le Guardie della LAC, che evidentemente nutriva una passione per la caccia di frodo. Questo nonostante la presenza delle guardie che in questi giorni sono impegnate nel Comune di Castiglione della Pescaia e Massa Marittima, per varie segnalazioni, di maltrattamenti di animali e caccia di frodo.

La gabbia trappola di grosse dimensioni era stata posizionata all’interno di un terreno boschivo, ben nascosta tra la vegetazione, con esca di mais disposto al suo interno per attirare le prede.

Nella gabbia trappola sono così rimasti intrappolati due cinghiali. Per ore e ore senza acqua con le temperature elevate di questi giorni, fino a quando le guardie della LAC non hanno chiesto l’intervento della Polizia Provinciale e quindi hanno provveduto alla loro liberazione.

Denunciato invece l’anziano bracconiere ora accusato di esercizio di caccia in pieno periodo di divieto generale e uso di mezzi vietati, oltre che per il reato di maltrattamento di animali.

La gabbia trappola è stata ovviamente sequestrata.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati