GEAPRESS – Una corsa contro il tempo quella avvenuta stamani nei pressi del centro abitato di Castelvetro, in provincia di Modena. Cani e gatti, subito dentro casa, prima che si inizi a sparare.

Si sono presentanti in due, ma la squadra era di otto. Buon giorno, hanno detto. Siamo cacciatori di selezione mandati dalla Provincia di Modena per uccidere i cinghiali, non si deve preoccupare.

Questo più o meno, quanto si è sentito riferire un cittadino esterrefatto. I cacciatori, però, non potevano sapere che si trattava di Stefano Giovannini, Delegato dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali, per Modena e provincia. “Sono rimasto senza parole – riferisce Giovannini a GeaPress – stentavo a credere a quanto stava succedendo. Otto armati, dietro casa. Chi cercava di stanare i cinghiali e gli sparatori. Sfido chiunque – aggiunge Giovannini – a verificare di persona dove sono le abitazioni e le strade. O non riconosco più i luoghi dove vivo – conclude ancora incredulo il Delegato OIPA – oppure le distanze di sicurezza sono, come minimo, non  rispettate“.

L’appello dell’OIPA è ora rivolto all’Assessore provinciale all’Agricoltura e alla Qualità del Territorio Rurale, Domenico Tomei. Possibile che sia stato così ingenuo da avere autorizzato una cosa così pericolosa?
Giovannini pone una semplice riflessione: fucile in mano, più permesso della Provincia, uguale (si legge nel comunicato diffuso da Giovannini) padroni del mondo.

Se accidentalmente  – aggiunge il Delegato OIPA – avessero colpito me o qualcuno della mia famiglia o dei miei vicini cosa avrebbe fatto sia la Provincia che i cacciatori ? Avrebbero chiesto scusa ?”.

Intanto, stamani, due cani e trenta gatti, sono stati trasportati di corsa dentro casa. Troppi incidenti e non solo agli animali domestici. Una domenica blindata, dunque, con gli spari dei selecontrolli, ovvero cacciatori di cosiddetta selezione autorizzati dalla provincia.

Caro Assessore Tomei ci pensi – riferisce sempre Giovannini –   oggi sono rimasto barricato in casa con i miei animali più quelli che stiamo curando perchè salvati da situazioni molto critiche“. In altri termini, ci mancava che avessero preso delle fucilate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati