fucile enpa
GEAPRESS – Il Sindaco di Capri, Ing. Giovanni De Martino, stanco degli episodi incresciosi e fastidiosi come le deflagrazioni di fucile ed i pallini di piombo che piovono, ha invitato la LIPU e L’ENPA ad inviare le proprie Guardie Venatorie e Zoofile sull’isola al fine di potere avviare una attività di contrasto e controllo del territorio.

Ad informare della decisione è la LIPU di Napoli che aggiunge come il Sindaco ha provveduto ad offrire il necessario supporto logistico. Ad Aspettare le Guardie LIPU ed ENPA a Capri, vi erano, oltre al Sindaco ed il Vice Sindaco, anche i Carabinieri della locale Stazione, pronti ad offrire tutto il supporto necessario.

Capri, come Ischia e Procida, – ha dichiarato Fabio Procaccini, Delegato Provinciale della LIPU di Napoli –  è sulla rotta migratoria ed in questi giorni, i relativi cieli, sono attraversati da numerosi uccelli migratori che atterrano (sulle isole) con l’unico scopo di riposarsi e rifocillarsi prima di mettersi nuovamente in volo. L’accoglienza, però, è degna di un’attrezzata e moderna batteria contraerea che pone in essere vere e proprie stragi di innocenti.

Le Guardie delle due associazioni hanno operato sin dalla notte fra venerdì e sabato rinvenendo e sequestrando, contro ignoti, cinque richiami elettromagnetici per tordi. Nelle prime ore del mattino hanno proceduto a denunciare due cacciatori per l’attività venatoria con ausilio di richiamo elettroacustico (il cui uso è vietato); in queste due circostanze son dovuti intervenire i Carabinieri che hanno sottoposto a sequestro un fucile e due richiami.

Altri tre cacciatori sono stati sanzionati per illeciti amministrativi e diversi altri controllati.

Un cacciatore, risultato in regola con tutti i documenti, ha affermato che in 40 anni di attività venatoria sull’isola, questo è stato il primo giorno in cui sono sbarcate Guardie Venatorie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati