deplumato
GEAPRESS – Un bracconiere denunciato ed un presunto fiancheggiatore. Questo il quadro ricostruito dal Corpo Forestale Vigilanza Ambientale del servizio Ispettorato di Cagliari.

Un proprietario di terreno che avrebbe agevolato l’attività del bracconiere. Un nome, ricorda la Forestale della Regione sardegna, già apparso nel passato addirittura come dipendente di un  Oasi e poi licenziato a seguito di una prima denuncia per atti di bracconaggio.

I Forestali sono intervenuti nella giornata di ieri a seguito di appostamenti e attività di indagine. L’area è quella Gutturu Mannu all’interno del perimetro dell’istituendo Parco Naturale Regionale. Gli agenti del Corpo Forestale hanno sorpreso il bracconiere nell’atto di posizionare Cavetti per la Cattura illegale di Cervi e Cinghiali. L’uomo era già noto ai Forestali.

Per eseguire l’attività di bracconaggio si sarebbe avvalso della complicità di un proprietario di un terreno e capanno agricolo.

Dalle perquisizioni che sono seguite si è recuperato un ingente quantitativo di selvaggina tra cui un Cervo sardo, Uccelli (prevalentemente pettirossi), cinghiali e migliaia di Cavetti e lacci per cattura degli animali selvatici.

I due sono stati denunciati alla autorità giudiziaria .

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati