cucciolo foca
GEAPRESS – E’ iniziata ieri la caccia ai cuccioli di foca canadesi. Un prelievo, sostiene l’IFAW (International Fund for Animal Welfare), preannunciato con l’ennesimo contributo economico fornito dai governi del Labrador e Terranova.

L’uso principale che verrà fatto delle povere foche è quello delle pellicce. Questo nonostante gli introiti siano sempre meno.

L’IFAW chiede al Governo del Canada di fermare la caccia così lo spreco di soldi pubblici. Basterebbe, sostengono gli ambientalisti, mettere in linea questo tipo di prelievo con quello di altre cacce che riguardano la fauna selvatica.

Negli anni, la vendita delle pelli di foca è andata via via riducendosi e le speranze di poterlo estendere allo sconfinato mercato cinese si sono fino ad ora rivelate vane. Secondo gli ambientalisti solo il sostentamento con i contributi pubblici garantisce ad oggi il mantenimento di una caccia che, da almeno venti anni, si è attirata addosso le critiche di mezzo mondo. I filmati dei cucccioli uccisi con un colpo contundente in testa e poi scuoiati direttamente sui ghiacci, sono stati ripresi dalle televisioni di tutto il mondo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati