canile caccia
GEAPRESS – Intervento del personale del Comando Stazione Forestale di Campobasso che, nei giorni scorsi, ha dovuto accertare le condizioni di salute di dieci cani di razza meticcia e segugio, ricoverati in una struttura privata. Il controllo è avvenuto congiuntamente al personale del Servizio Veterinario di Campobasso.

Secondo quanto comunicato dal Corpo Forestale si tratterebbe di cani da caccia. Al detentore è stata ora contestata l’inidoneità della struttura ricettiva, sia dal punto di vista costruttivo che sanitario.

I cani sarebbero stati costretti in  spazi angusti, non puliti e di dimensioni inferiori al dettato minimo normativo. Sempre secondo quanto comunicato dal Corpo Forestale dello Stato alcuni dei cani erano legati in maniera tale da limitarne ulteriormente i movimenti. Contestato, inoltre, lo stato di malnutrizione di due degli dieci cani che sarebbero stato alimentati per lo più con scarti di macelleria.

Da parte del Servizio Veterinario è stato eseguito in controllo clinico degli animali e dettate prescrizioni per l’adeguamento delle strutture di ricovero.

Il denunciato dovrà ora difendersi dall’accusa di maltrattamento di animali (art. 544 ter CP) mentre  sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 1500 euro per omesse registrazioni all’anagrafe canina.

Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati