cardellino zimbello
GEAPRESS – Venivano catturati con un metodo prettamente “estivo” i cardellini divenuti oggetto di un intervento di sequestreo del Distaccamento di Cammarata (AG) del Corpo Forestale della Regione siciliana.

Una rete stesa in una piccola area allagata che di certo avrebbe attirato l’avifauna selvatica grazie anche all’ausilio di uno zimbello, ovvero un cardellino precedentemente catturato e legato per fungere da esca.

Trentacinque cardellini in tutto, posti sotto sequestro dai Forestali siciliani congiuntamente agli attezzi per uccellagione, e liberati in un’area protetta.

L’intervento dei Forestali, avvenuto nei giorni scorsi, ha consentito di individuare l’uccellatore in flagranza di reato. Aveva montato l’impianto di cattura in località Guadonazzo-Filici.

Secondo quanto dichiarato dal  Commissario Arcieri, Comandante del Distaccamento di Cammarata, i controlli dei Forestali continueranno, consegnando alla giustizia gli autori degli illeciti ambientali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati