uccellagione sardegna
GEAPRESS – Ancora operazioni del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale del Servizio Ispettorato di Cagliari intervenuto nella lotta al bracconaggio con il Comando della Stazione  Forestale  di Capoterra ed il supporto del Nucleo Investigativo.

A finire denunciati sono state tre persone alle quali sono state poste sotto sequestoro le armi oltre che munizioni e sistemi di cattura illegali.

I fatti  sono accaduti nella notte dell’altro ieri lungo la strada provinciale che attraversa il Parco Regionale di Gutturu Mannu. I Forestali nel corso di un posto di controllo avevano provveduto a fermare un veicolo  con due persone a bordo che avevano subito manifestato segni di nervosismo. Un controllo più  accurato ha permesso di trovare, occultato  al di sotto il sedile posteriore,  un fucile calibro 12  e diverse munizioni oltre a pile a led.

Considerato l’orario notturno, il transito  in area Parco Regionale e non essendo giornata di caccia,  l’arma di proprietà di uno dei due,  è stata sottoposta a sequestro penale  per violazione alle norme sulle armi  pena prevista sino ad un anno di reclusione.

All’alba nell’ambito della stessa operazione è stato fermato un secondo soggetto perchè colto in flagranza di reato. Secondo la Forestale stava percorrendo un sentiero sistemando dei lacci per cattura di cervi e cinghiali  e per uccellagione. Alla stesso soggetto sono stati inoltre sequestrati circa 150 lacci per uccellagione.

Nell’ambito della stessa operazione è stata bonificata un ampia zona  da sistemi di cattura illegale sequestrando oltre 3000 lacci e 21 reti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati