poiana uccisa ca
GEAPRESS – Due rapaci abbattuti a colpi di fucile nella giornata di ieri ed abbandonati in una zona di campagna tra Assemini ed Elmas, in provincia di Cagliari.

Secondo il Corpo Forestale e di Vigilianza Ambientale della Regione Sardegna, Ispettorato di Cagliari, è probabile che i bracconieri si siano liberati dei corpi dei due animali alla vista dei Forestali impegnati in pattuglia nel servizio di controllo del territorio.

Si tratta di due Poiane, uccello rapace e pertanto protetto dalla legge.

Pressoché certo, fin dal primo esame, che i due volatili siano stati uccisi a colpi di arma da fuoco. Le ferite visibili lasciano spazio a pochi dubbi. Le due Poiane, sono state comunque consegnate al Centro veterinario dell’Ente Foreste Sardegna di Monastir, affinché la causa di morte possa essere refertata. Un primo rapporto è stato già trasmesso alla Procura della Repubblica mentre diverse testimonianze sono state già raccolte per cercare di individuare gli autori del grave fatto.

Ad avviso dei Forestali intervenuti, si tratta di un segnale preoccupante della mancanza di senso di legalità e di rispetto nei confronti dell’ambiente. Un episodio che sembra quasi una sfida agli sforzi compiuti dalla Forestale della Regione Sardegna per reprimere il grave fenomeno del bracconaggio.

AGGIORNAMENTO: secondo una nuova nota diffusa dal Corpo Forestale, l’esame radiologico non avrebbe rivelato la presenza di pallini di piombo. Le lesioni potrebbero essere state causate dalla caduta, mentre i sintomi del sanguinamento potrebbero essere ascrivibili ad avvelenamento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati