GEAPRESS – Era perfettamente occultato tra la vegetazione. Un congegno pericoloso, oltre che per gli animali anche per eventuali passanti. La grossa tagliola di fattura artigianale rinvenuta dalla Stazione Forestale di Capoterra (CA), del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna, è stata disarmata dai Forestali. Il tutto filmando le tremenda morsa (vedi video) nella quale poteva incappare il malcapitato essere (a due ed a più zampe).

Un fatto che preoccupa la Forestale della Regione Sardegna dal momento in cui il luogo ove è stata rinvenuta la tagliola, ovvero la località Is Olias, nel compendio Forestale del Sulcis, rappresenta il primo ritrovamento del genere. Secondo la Forestale, però, la tagliola potrebbe rappresentare un atto intimidatorio all’attività di contrasto al fenomeno portata avanti dal Corpo Forestale della Regione Sardegna e non solo. Nel mirino dei bracconieri, sempre ad avviso della Forestale, potrebbero esserci le Associazioni ambientaliste che operano nella zona ed a cui, nei giorni scorsi, sono state squarciate le ruote dei veicoli.

Per la Forestale, dunque, un vero e proprio atto criminale, che verrà affrontato intensificando i controlli del Servizio Ispettorato di Cagliari, al fine di garantire una adeguata attività di contrasto al fenomeno. Una presenza che, sebbene in calo, è tutt’ora su livelli allarmanti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: