GEAPRESS – Tassi salvi in tutta la provincia. Il TAR di Bolzano, infatti, ha sospeso l’abbattimento ed il prelievo di tassi nel territorio provinciale, fino al 6 novembre, data in cui cade la prima udienza utile in Camera di Consiglio. Il provvedimento è stato emesso a seguito di un ricorso presentato dalla LAV.

Considerato che i provvedimenti impugnati hanno validità fino al 31 ottobre, la caccia al tasso viene sospesa per questa stagione.

Andrea Zanoni, eurodeputato IdV e vice presidente dell’Intergruppo sul Benessere degli Animali al Parlamento europeo, accogliendo con favore la decisione del TAR di Bolzano ha dichiarato: “Un raggio di legalità, ancora una volta grazie ad un tribunale, portato in una provincia governata da un sicuro punto di riferimento dei cacciatori, Luis Durnwalder”.

L’Ufficio caccia e pesca della Provincia ha diramato con un’apposita circolare a tutti i funzionari competenti la decisione del TAR. I direttori delle varie riserve di caccia provinciali (Villandro, Lutago, Malles, Acereto e Terento) dovranno informare l’Ufficio caccia e pesca entro il 19 ottobre in merito al numero di tassi eventualmente abbattuti.

Rammarica solo il fatto che a Bolzano per limitare la caccia e proteggere gli animali ci voglia l’intervento della magistratura, in questo caso del Presidente del TAR di Bolzano Lorenza Pantozzi – incalza Zanoni – Mi sembra arrivata l’ora che il presidente Luis Durnwalder, cacciatore di vecchia data e paradossalmente incaricato di fare le leggi proprio sulla caccia, metta da parte la sua passione personale per il fucile e faccia applicare le leggi in materia. Anzi lo invito a darsi una lettura alla Direttiva Ue Habitat 92/43/CEE”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati