tortore morte
GEAPRESS – Dopo il precendente intervento che aveva portato, agli inizi di agosto, al sequestro di 400 Tortore uccise in Grecia, un  altro centinaio di questi animali è stato individuato nell’ambito dei controlli eseguiti dall’Ufficio delle Dogane e dal Corpo Forestale dello Stato.

Le Tortore morte erano stipate all’interno del vano bagagli di un’automobile appena sbarcata nel porto di Brindisi con la motonave proveniente dalla Grecia.

Ad essere denunciato è un uomo originario di Taranto.

La fauna selvatica, riferisce il Corpo Forestale dello Stato, era sprovvista di qualsiasi  documentazione sanitaria e della documentazione  CITES idonea all’importazione ed alla detenzione degli esemplari nella Comunità  Europea.

Poiché  la Tortora selvatica “Streptopelia turtur” è  inclusa nell’allegato A del Regolamento CE 338/97, quale specie a rischio di estinzione, è stato operato il sequestro mentre il trasportatore è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.

Anche in questo caso, le Tortore uccise provengono da attività venatoria condotta al di fuori dai confini nazionali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati