sep
GEAPRESS – Ennesimo sequestro. Così la Polizia Provinciale di Brescia commenta la nuova operazione portata a termine nel bresciano in danno a bracconieri di piccoli uccelli.

L’intervento è avvenuto nell’ambito comunale di Lodrino in Val Trompia. A finire sequestrati sono state 63 trappole del tipo “sep”. Si tratta di piccoli marchingegni metallici di forma semicircolare disposti in terra che vengono armati dopo essere stata riposta un’esca. Un meccanismo a molla, una volta azionato dall’ignaro uccellino, consente lo scatto della trappola che causa, in genere, la morte per schiacciamento.

L’agonia può essere lunga e dolorosa.

Un uomo è stato denunciato, mentre nei pressi delle trappole sono state trovate morte quattro Balier nere. Si tratta di un piccolo passeriforme protetto dalla legge.

Le vallate del bresciano sono state considerate dall’ISPRA, (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), come uno dei sette punti italiani a più alto tasso di bracconaggio.

Appena pochi giorni addietro, sempre la Polizia Provinciale aveva provveduto a denunciare un capannista trovato in possesso di numerose trappole “sep” (vedi articolo GeaPress).
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati