GEAPRESS – Secondo il Corpo Forestale della Provincia di Bolzano potevano servire agli allevatori per “rinsanguire” gli allevamenti di uccelli addomesticati. Un elemento utile, quanto illecito, per impreziosire un’attività di allevamento alla quale, probabilmente, afferiva il pensionato di Naz Sciaves, oggetto, questa mattina, di mandanto di perquisizione della Procura della Repubblica di Bolzano.

Organetti, cardellini, lucherini, un verdone ed un ciuffolotto. In tutto 27 uccellini, ritrovati nell’abitazione del pensionato e subito liberati. Erano stati sicuramente catturati in natura.

Le sorprese, però, non erano finite. Sempre nell’abitazione, infatti, venivano ritrovate due gabbie utilizzate per la cattura dei selvatici, mentre, nel giardino, erano posizionati tre retini già attivitati. Erano funzionanti e pronti all’uso per i malcapitati uccelli.

Un commercio che evidentemente attira ancora in molti. Questo alla luce degli stessi prezzi dei selvatici che, secondo il Corpo Forestale della Provincia di Bolzano, si aggirano sui 55 euro per i cardellini e ben 150 per i ciuffolotti. Nei mesi scorsi, un uccellatore bolzanino, venne ritrovato proprio con alcuni ciuffolotti, nel corso di una mostra ornitologica che si teneva a Parma (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati