GEAPRESS – Sono stati individuati dai Carabinieri del Comando Stazione di Chienes, in provincia di Bolzano, gli uccisori di un povero gatto centrato il primo aprile scorso nel giardino di una abitazione privata.

Si tratta di due giovani cacciatori del posto titolari di regolare porto d’armi uso caccia. Entrambi ventenni si erano così resi responsabili di un gesto incomprensibile ma che purtroppo, in base all’attuale legge sulla caccia, non li priva automaticamente, salvo superiore intervento dell’autorità di polizia, della facoltà di continuare a praticare l’attività venatoria.

Le indagini dei Carabinieri si sono concluse nella giornata di ieri con l’individuazione dei due e la denuncia per i reati di “uccisione di animali” ed “esplosioni pericolose” . Il colpo di fucile veniva infatti esploso in piena zona abitata. I due è risultato avere agito in concorso, ma non sono ancora note le motivazioni eventualmente addotte. Dopo avere centrato il povero micio, morto sul colpo, i due giovani si sono velocemente allontanati in automobile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati