implumi
GEAPRESS – Un primo bracconiere di pulcini di avifauna selvatica protetto è stato denunciato grazie all’attività antibracconaggio condotta dal CABS. Avviene a Bolzano dove i volontari, con la loro attività, stanno cercando di arginare il triste fenomeno che vede prevalentemente protagonisti cacciatori di frodo lombardi e veneti. Pulcini, in questo caso di tordo, destinati ad essere allevati illegalmente per finire verosimilmente riciclati nel mercato dei cosiddetti richiami vivi.

Si tratta, come è noto, di uccelli destinati ai cacciatori di appostamento.

In tutto, 28 pulcini presi a quanto sembra al tramonto ed in piena notte.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati