implumi
GEAPRESS – Nuovo intervento del Corpo Forestale della Provincia di Bolzano e dei locali Guardiacaccia ai danni dei bracconieri di nidiacei. Questa volta ad essere fermati sono stati tre cittadini di origine marocchina, che sarebbero stati trovati in possesso di 28 implumi di tordo. I tre uomini, sorpresi dai Guardiacaccia e dai Forestali nel territorio comunale di Nalles (BZ), avrebbero dichiarato di provenire dalla provincia di Lucca. Dalle prime indiscrezioni i tre non avrebbero i documenti in regola. A coadiuvare le operazioni anche i Carabinieri di Terlano.

Gli implumi come nei precedenti sequestri (vedi articolo GeaPress) sono stati affidati al veterinario del CRAB, Centro Recupero Avifauna Bolzano. Ancora da accertare i destinatari finali del furto.

Sempre in queste ore si è avuta notizia di un altro intervento di contrasto ai bracconieri di implumi. In provincia di Reggio Emilia sarebbe stato denunciato dai Carabinieri un uomo per la detenzione illecita di implumi di tordo e merlo. La perquisizione operata dai militari ha portato al sequestro anche di attrezzi per la pratica dell’uccellagione, tra cui trappole e bastoncini di vischio.

N.B: secondo un comunicato dell’Arma dei Carabinieri, che ha confermato quanto anticipato in questo articolo, i tre cittadini di origine marocchina, al controllo dei documenti, non hanno avuto riscontrate posizioni irregolari. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati