gheppio VII
GEAPRESS – Nuovo ritrovamento di animali inanellati in altri paesi Europei per motivi di studio ed impallinati in Italia.

Dopo il Gheppio inanellato in Finlandia e il Pettirosso polacco preso da un uccellatore bresciano, è ora la volta di un secondo falco Gheppio centrato da una fucilata e consegnato al Centro di Recupero Fauna Selvatica di Valpredina, in provincia di Bergamo. Il rapace, riferiscono gli esperti del WWF, era stato inanellato per motivi di studio nella Repubblica Ceca. E’ divenuto anch’esso vittima di bracconaggio.

Il falco presentava alla zampa un anello di alluminio con i riferimento degli studiosi del Museo di Praga.

A differenza del primo Gheppio, purtroppo deceduto a causa delle ferita d’arma da fuoco, questo secondo animale sembra più reattivo. I Veterinari dovranno ora valutare la gravità delle ferite e decidere se sottoporlo  ad  intervento chirurgico al fine dell’estrazione dei pallini di piombo. Nel caso contrario si rischia col tempo il manifestarsi del saturnismo. Si tratta di una grave malattia causata proprio dalla presenza nei tessuti del piombo. Il decorso può essere mortale.

Anche in questo caso il CRAS dovrà comunicare agli studiosi europei il ritrovamento del Gheppio. La causa è identica alle altre: bracconaggio italico.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati