cardellini ricevitore
GEAPRESS – Nel corso dei  servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, sono stati individuati, nei pressi di Pratola Serra (Av), due soggetti provenienti dalla provincia di Napoli ritenuti responsabili di maltrattamenti di animali in concorso, violazione del divieto di uccellagione e porto di oggetti atti ad offendere.

Ad intervenire sono stati i militari della Compagnia Carabinieri di Mirabella Eclano ed in particolare delle Stazioni di Pratola Serra e Montemiletto.

I due venivano individuati in una contrada rurale intenti a posizionare strumenti per la cattura di uccelli di specie protetta. Nel corso dell’operazione venivano sottoposti a sequestro vari attrezzi per la cattura ed in particolare: reti, corde, una falce per giardinaggio, un’accetta, un richiamo elettronico, tre gabbie con all’interno quattro volatili della specie cardellino utilizzati per il richiamo. I cardellini, sottolineano i Carabinieri, appartengono ad una specie protetta.
Al termine dell’attività e successiva visita veterinaria, tutti i dieci uccellini  catturati venivano messi in libertà mentre quelli utilizzati per il richiamo sono stati affidati al servizio veterinario dell’ASL per la procedura di liberazione dopo un periodo di ambientamento.

Per i due scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino diretta dal Procuratore Dr. Rosario Cantelmo. A loro carico, attesa l’illiceità della condotta posta in essere che rendeva ingiustificata la presenza sul territorio, veniva altresì inoltrata proposta per l’emissione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati