referemdum anticaccia
GEAPRESS – Il Ministro dell’Ambiente Koka conferma tutto e lo fa alla France Press. In Albania per due anni non si potrà sparare contro la fauna selvatica. Il provvedimento governativo potrebbe entrare in vigore già da questo mese sebbene la decisione  ha innescato una vivace discussione tra il Ministro e le associazioni di cacciatori locali.

In realtà, i punti in comune tra le due “fazioni” sono non pochi. Sia il Ministro che i cacciatori locali concordano sulla drastica diminuizione della fauna. Entrambi ritengono che andrebbero poste delle restrizioni alle forme di caccia più invadenti, ed ancora entrambi fanno esplicito riferimento ai cacciatori stranieri che ne combinerebbero di tutti i colori. Più diplomatico il Ministro e molto meno i cacciatori locali, ma il riferimento è soprattutto ai cacciatori italiani.

La stessa AFP riporta ora lo sfogo del rappresentante di una associazione venatoria locale. I cacciatori italiani sarebbero attratti dalla mancanza di controlli, ed invece, proprio quest’ultimo aspetto (ovvero i controlli) andrebbero affrontati dal Governo albanese. In altri termini ai locali seguaci di Diana, non va giù di dovere pagare colpe di altri.

Scontato che l’unico punto sul quale sono in disaccordo cacciatori albanesi e Governo, è quello della chiusura dell’attività venatoria. Per il resto le opinioni di entrambi sembrano addirittura convergere  con quelle degli ambientalisti italiani. All’estero, hanno più volte affermato gli ambientalisti, i cacciatori  combinano di tutto. Alcuni “inni” di giubilo, erano stati  captati dal CABS, il gruppo specializzato nei campi antibracconaggio, negli account facebook dei nostrali cacciatori (vedi articolo GeaPress) che ora, provando ad andare in Albania, rischiano di trovarsi addosso non solo il divieto ma probabilmente anche le ire dei cacciatori locali.

Inutile aggiungere che la notizia dell’AFP (citazione  cacciatori italiani compresa),  è stata riportata nei giornali di mezzo mondo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati