GEAPRESS – Da più parti d’Italia a dare manforte alle azioni di repressione dei reati contro gli animali e l’ambiente compiute dalle Guardie WWF della provincia di Salerno. Azioni costanti e capillari in tutto il territorio hanno portato ad identificare, in collaborazione con la Guardia di Finanza di Salerno, finanche tre cittadini di origine cinese scoperti ad abbandonare rifiuti di vario genere nei pressi dello Stadio Arechi.

Ma le Guardie del WWF coordinate dal Responsabile provinciale Albero Alfonso hanno dovuto reprimere ben altri reati sopratutto in violazione della normativa in tema venatorio.

In particolare, si è dovuto rintracciare, essendosi dato alla fuga alla vista delle Guardie, un bracconiere di Buccino (SA) il quale esercitava la caccia con il fucile regolarmente denunciato ma appartenente al figlio. L’arma veniva sequestrata dai Carabinieri della caserma di San Gregorio Magno, i quali provvedevano a denunciare il figlio del bracconiere per incauta custodia.

Non ha tentato invece la fuga un cacciatore di Eboli, che con l’utilizzo di richiami acustici vietati e con una gabbietta contenente un tordo bottaccio, privo dell’obbligatorio anello di riconoscimento, aveva attirato ed ucciso numerose allodole. Presso la caserma dei Carabinieri di Borgo Carillia avveniva il sequestro di ben sette fucili da caccia e relative munizioni, oltre ai richiami acustici (cinque in tutto) completi di batterie e cassette audio con incise i canti degli uccelli.

Tutti abusivi all’interno dell’Ambito Territoriale di Caccia erano invece i cinque cacciatori fermati dalle Guardie del WWF e sorpresi a cacciare allodole e tordi per altro con l’ausilio di richiami acustici elettromagnetici vietati dalla legge.

Le Guardie del WWF, con le operazioni antibracconaggio appena messe a segno, confermano l’importanza di un campo storico dell’associazione che vede ancora una volta in prima linea persone che volontariamente continuano a mettere a disposizione la loro esperienza e professionalità maturata a servizio della natura. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

Vedi photo gallery: