GEAPRESS – Erano state poste in bella mostra durante una festa, con tanto di bancarelle e mercatino, in località Piceglia, nel Comune di Oliveto Citra (SA). Micidiali trappole per la fauna selvatica venivano così corrisposte, in pubblica via, per un mercato ancora molto fiorente. Del resto, sebbene per una discutibile documentazione “storica”, molte di esse sono visionabili, con tanto di schemi e disegnini, in alcuni siti web italiani di pratica venatoria, alcuni dei quali stranamente collocati in domini esteri. Quando si dice un sapere globale, del quale però ne faremmo volentieri a meno.

Ad intervenire sul posto le Guardie volontarie del WWF di Salerno congiuntamente alla Polizia Municipale prontamente allertata. Le terribili ferraglie, frutto del lavoro artigianale, erano del tipo a “tagliola”.

Vengono disposte nel terreno avendo cura di occultarle e lasciando in bella vista solo l’esca. Una volta armata, la trappola rimarrà perfettamente funzionate finchè il povero animale non incapperà in essa. Di lui, a volte, le Guardie WWF hanno ritrovato solo miseri resti. Zampe, ad esempio, di animali selvatici e anche di domestici, specie di cani. Il malcapitato, infatti, nel tentativo di fuggire, arriva ad amputarsi l’arto.

Strumenti letali nei quali può incappare chiunque, uomo compreso. Del resto le trappole vengono piazzate lungo i sentieri frequentati abitualmente e non solo dalla fauna selvatica. Basta metterci il piede, come la mano, ed arriva il violento scatto con i denti metallici che sprofondano nella carne. Danni seri e non solo con trappole del tipo “tagliola”, come quelle sequestrate a Piceglia. Anche i lacci-cappio costruiti con filo d’acciaio, precisano al WWF di Salerno. Vi è poi l’ampio repertorio di altri strumenti, il cui utilizzo è vietato dalla legge. Tra questi, reti per uccellatori oltre richiami acustici elettromagnetici, finalizzati ad attirare la fauna.

Il venditore che esponeva a Piceglia, è stato verbalizzato così come previsto dalla legge, mentre tutte le trappole sono state sequestrate.   

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati