gheppio ag
GEAPRESS – Un falco Gheppio con l’osso della tibia distrutto.

E’ l’ultimo arrivo presso il Centro Recupero Fauna Selvatica e Tartarughe Marine di Agrigento, gestito dal CTS. L’ultimo di una lunga serie di animali impallinati tanto da fare sperare sempre più nella chiusura della stagione venatoria. “Fresco di scupetta”, così si commenta amaramente l’ultimo arrivo che fa seguito a quello di animali ancora più rari come un giovane di Cicogna nera, purtroppo deceduto, e di Aquila del Bonelli con l’ala distrutta dalla rosa dei pallini di piombo. Tutti animali provenienti dalla provincia di Agrigento.

Da notare come il Gheppio sia stato ritrovato in uno stato di particolare magrezza. Segno, quest’ultimo, della probabile incapacità a potere cacciare che ha fatto seguito al colpo di fucile.

Le cure e l’intervento chirurgico disposto dai veterinari del Centro, stanno comunque facendo ben sperare in una pronta guarigione dell’uccello rapace che, è bene ricordare, risulta protetto dalla legge.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati