cane investito
GEAPRESS – Investito e lasciato in strada. A vegliare tutta la notte il corpo del povero cagnolino, è stato un altro cane, forse un  compagno di giochi. La scena, straziante, è stata notata stamani da Chiara Orlani nei pressi della strada per Zocca, in provincia di Modena.

All’inizio ho visto solo qualcosa muoversi – racconta Chiara Orlandi a GeaPress – ed istintivamente mi sono fermata. Ho pensato subito ad un investimento, ma non ho capito  cosa vi era esattamente dietro di me e dall’altra parte della carreggiata. Mi sono lentamente avvicinata ed ho così notato un cagnolino color mielato che proteggeva il corpo senza vita di un secondo cagnetto, di colore bianco. In terra una grossa macchia di sangue“.

Chiara Orlandi cerca di avvicinarsi per vedere se può ancora fare qualcosa, ovvero cercare di allontanare il cane marrò da una strada dove le macchine passano veloci e distratte. Il cagnolino, però, stringe il muso ed ancor di più lo appoggia sul petto del suo compagno morto in strada.

E’ stata una scena straziante – riferisce Chiara Orlandi – che mi ha profondamente scosso. Vedere tanto amore per una piccola vita e tanta indifferenza da parte di chi passava da quelle parti“.

Chiara capisce che potrebbe spaventare il cane e peggiorare la situazione. Le macchine passano veloci, nessuno si ferma. Incomincia a chiedere alle persone delle case vicine. Qualcuno la vede agitata, le offrono un bicchiere d’acqua. Poi l’altra amara sopresa. Quella scena va avanti così dalla sera precedente. Quel cane, probabilmente quello bianco, potrebbe avere un padrone o forse no. Nessuno fornisce notizie precise. I pensieri nella testa di Chiara si accavallano. Forse si poteva fare qualcosa, come è possibile che nessuno sia intervenuto. Poi, in effetti, qualcosa si viene a sapere. E’ stato chiamato il Comune, il corpo verrà rimosso.

Sono rimasta con un senso di vuoto dentro di me – spiega Chiara Orlandi – Una scena tenera e tremenda, straziante è forse il termine giusto. Il cagnolino marrò si teneva stretto al corpo dell’altro cane. Non faceva avvicinare nessuno. Non voglio esprime giudizi ma tutto attorno mi è sembrato un mondo vuoto. Tutto, tranne che vicino a quella pozza di sangue

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati