pippi
GEAPRESS – Ormai quasi uno scheletro e con una forte  ipotermia. Questo lo stato di una povera cagnolina rinvenuta dalle volontarie nei pressi di Vittoria (RG), a seguito della chiamata di un pastore.

C’è un cane che sta morendo, non riesce a muoversi“. Questo il messaggio pervenuto a Ester Pacca, che si è subito precipitata nei luoghi.

La prima impressione che ho avuto – riferisce la volontaria a Geapress – è stata quella dell’avvenuto decesso; ed invece, appena mi sono avvicinata, la cagnolina mi ha guardata spaventata ed a tentato di allontanarsi. Aveva, però, le zampe posteriori paralizzate. E’ stata una scena straziante“.

Il recupero della cagnetta si è  presentato molto più difficile del previsto. Impaurita, non si faceva avvicinare da nessuno.  Infine, con un coperta gettata sulla testa, si è riusciti in qualche maniera  a caricarla in automobile.

Accesso il riscaldamento e ripetutamente  accarezzata, la cagnetta “Pippi”, così è stata chiamata dalla volontaria,  ha abbandonato il suo timore, iniziando a regalare dolci “bacetti”. Appena il tempo di farla ambientare e subito è iniziata la corsa verso l’ambulatorio veterinario.

Il primo esame,  non lascia spazio a molti dubbi. Pippi ha la colonna vertebrale gravemente compromessa. Il danno rilevato, ad avviso dello stesso Veterinario, è compatibile con dei forti colpi ricevuti sulla schiena. Probabilmente la povera Pippi è stata presa a badilate e per lei inizia ora una lunga ed impegnativa degenza.

Secondo il Veterinario, la cagnetta era in quello stato da non meno di tre giorni. Un’altra notte all’aperto le sarebbe stata fatale. L’appello di Ester Pacca è ora rivolto a chi di buon cuore, vorrà aiutare la povera Pippi. Le sue cure, saranno infatti lunghe e costose. Oltretutto avrà bisogno di un particolare carrello per essere sostenuta. La motilità delle zampe posteriosi, infatti, sembra essere persa per sempre.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati