vigili del fuoco
GEAPRESS – Intervento in corso dei Vigili del Fuoco di Palermo (vedi aggiornamento in calce), in un canale laterale del fiume Oreto nei pressi del ponte dell’omonima via. Due cani, di cui un probabile Pit bul, sono rimasti bloccati in un’area recintata particolarmente accidentata, a pochi metri dal corso d’acqua. La segnalazione, giunta alla Polizia Municipale di Palermo, è stata subito dirottata ai Vigili del Fuoco, che attualmente stanno intervenendo.

Non è chiaro come i due animali siano arrivati sul posto. Alcune voci riferiscono di un “volo” da una vicina strada, ma è ancora presto per trarre delle conclusioni e soprattutto stabilire lo stato di salute dei cani. La zona è coperta da fitta vegetazione ed i Vigili l’hanno potuta raggiungere solo con l’ausilio di scale. Nei luoghi anche la Polizia Municipale e volontari animalisti.

Altri interventi, nello scorso fine settimana, sono avvenuti nei pressi di una cava nell’area comunale di Pomarace, in provincia di Pisa. I cani, a quanto pare due meticci, erano caduti lungo una parte di roccia rimanendovi fortunatamente ancorati. I Vigili del Fuoco di Saline di Volterra ed il Nucleo Speleo Alpino Fluviale di Pisa, sono così riusciti a  calare lungo la parete un loro uomo imbracato che è riuscito a recuperare i due cagnolini.

Altra imbracatura ed altro salvataggio, in una ghiacciaia che si trova tra le località di Bellorio e Lughezzano, in provincia di Verona. Dall’interno della profonda buca i Vigili del Fuoco hanno issato quattro cani a quanto pare malconci. Niente da fare per un daino, anch’esso precipitato e trovato morto.

 

AGGIORNAMENTO PALERMO

Sono stati trovati intorno alle 16.30 di questo pomeriggio i due Pit bull rimasti imprigionati in una vecchia ansa del fiume Oreto, a Palermo. Si tratta di due femmine di Pit bull, salvate dai Vigili del Fuoco della squadra 7A di Palermo. I cani, un po’ intimoriti, hanno risposto scodinzolando appena i volontari animalisti hanno scorto i Vigili del Fuoco con i due animali. Nessuno dei due cani presenta il microchip.

Volevo ringraziare i Vigili del Fuoco di Palermo – ha dichiarato a GePress Giusy Caldo , volontaria dell’associazione ADA – per l’impegno nel recupero dei due cani. La zona – ha aggiunto la volontaria – era particolarmente difficile da raggiungere

Mistero, ancora, su come i due cani possono essere arrivati nel luogo. Sebbene uno di loro presentava delle escoriazioni, sembra potersi escludere un “volo” dal ponte. Più probabilmente, i due cani sono scappati da una delle casupole che vi sono nella zona. Nel caso, un allevamento fai da te, con tutte le implicaizoni che è possibile pensare. Nessuno dei due cani, del resto, presentava il microchip.

Intanto, tutti i ringraziamenti sono rivolti per i Vigili del Fuoco di Palermo

VEDI VIDEO RECUPERO CANI

VEDI FOTOGALLERY

 © Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati