vicenza aquila liberata
GEAPRESS – Tornerà a solcare i cieli dell’Altopiano di Asiago, immediatamente  dopo Pasqua.

Si tratta dell’Aquila reale recuperata dalla Polizia Provinciale a Conco (vedi articolo GeaPress). L’animale venne ritrovato da alcuni appassionati del Cai, incuriositi e preoccupati nel vedere la grande Aquila stranamente a terra. Il tutto a poche centinaia di metri dal paese.

Segnalato alla sala operativa di Vicenza, il giovane rapace, un maschio  di un anno di vita, era stato  catturato non senza difficoltà. Trasferto  al centro di recupero di Fimon, la prima ipotesi formulata sulla  sua debilitazione era stata quella del possibile avvelenamento. In tal senso  sembrava infatti indirizzare  l’aspetto della mucosa. La diagnosi, purtroppo, venne confermata dal Dipartimento di Patologia Aviaria dell’Università di Bologna, diretto dal professor Mauro Delogu.

L’Aquila, sottoposta alle cure del caso, si è ora ripresa e dopo neppure un mese potrà ritornare nel suo habitat naturale.

Non è stato reso noto il tipo di veleno che ha rischiato di uccidere l’Aquila.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati