capriolo
GEAPRESS – Uno dei tanti compiti ai quali deve rispondere la Polizia Provinciale. Una segnalazione giunta alla Centrale Operativa di Vicenza, riportava infatti la presenza di un capriolo in una scarpata a ridosso dell’Autostrada. La chiamata dei tecnici addetti al controllo del tratto autostradale, richiedeva l’intervento immediato della Polizia Provinciale. I rischi ai quali si poteva andare incontro,  erano comunque elevati.

Il reale pericolo, infatti, era che l’animale scavalcasse la recinzione andando ad invadere la sede stradale, con conseguenze facilmente immaginabili.

Una pattuglia della Polizia Provinciale di Vicenza è quindi prontamente intervenuta con l’ausilio di un furgone attrezzato e delle reti per la cattura del capriolo.  La zona segnalata era quella compresa tra Montebello Vicentino e Soave, al confine fra le Provincie di Vicenza e Treviso.

Fortunatamente il caso si è risolto nel migliore dei modi grazie anche all’intervento degli ausiliari della Viabilità della Società Autostrade i quali, rimuovendo un tratto di recinzione, hanno consentito al capriolo di tornare verso la campagna e mettersi in salvo.

Va rilevato come i recuperi degli animali in situazioni di pericolo,  sono una delle attività che tutto l’anno vedono impegnato il personale della Polizia Provinciale, chiamati ad operare, oltre che dai privati cittadini, anche dalle altre forze di Polizia come Carabinieri, Polizia dello Stato e Corpo Forestale. Un fatto, questo, che andrebbe tenuto in debita considerazione alla luce del paventato riordino del Corpo e delle voci che si sono rincorse sul suo smantellamento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati