charlie
GEAPRESS – E’ morto Charlie, il cagnetto aggredito da quattro cani alcuni giorni addietro a Venezia e del quale molti giornali hanno parlato.

Ne da comunicazione Cristina Romieri del Gruppo Vegan Venezia che già aveva preso posizione su questa vicenda (vedi articolo GeaPress ).

Charlie – afferma Cristina Romieri – non ce l’ha fatta a superare le gravissime ferite provocate dall’aggressione subita,  mentre rientrava a casa tenuto a guinzaglio. Ad aggredirlo furono 4 cani di grossa taglia, sembra 2 american amstaff, 1 pitbull e 1 rottweiler“.

Il cagnolino aveva 13 anni, ma nonostante l’età avanzata godeva di buona salute. La sua famiglia l’aveva adottato fin da cucciolo, togliendolo da una situazione difficile nell’Isola delle Vignole. I veterinari della clinica dove era ricoverato hanno detto che ha lottato per vivere ma purtroppo la situazione è apparsa gravissima fin dall’inizio.

Ci auguriamo che la giustizia faccia il suo corso – ha aggiunto Cristina Romieri – e che la sua morte serva a comprendere che occorre nel tenere un animale amore, responsabilità, conoscenza e rispetto“.

A gravi fatti come questo e come quello drammaticamente accaduto a Mestre ad una bimba di 4 anni la cui gamba è stata dilaniata da un American amstaff, si aggiungono continue segnalazioni che le associazioni e i volontari ricevono, relative a cani abbandonati, maltrattati, tenuti in condizioni incompatibili con il loro benessere, in spazi inadeguati. Situazioni che potrebbero determinare fenomeni di aggressività.

In considerazione di tutto ciò, il Gruppo Vegan Venezia ha predisposto una petizione, che si può sottoscrivere sia in formato cartaceo (in questi giorni verrà distribuita in vari punti) sia attraverso INTERNET

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati