SAMSUNG
GEAPRESS – Due tori anestetizzati e così tratti in salvo grazie all’intervento interforze di più corpi di  Polizia Provinciale coordinati dalla Provincia di Venezia. L’intervento è occorso  a seguito di una fuga  da un allevamento di Scorzè (VE).

I tori fuggiti nelle prime ore della mattina di ieri, erano inizialmente tre. Tutti di grosse dimensioni e  di razza francese Salers. Nella loro fuga erano arrivati  al confine con il Comune di Mogliano (TV).

Secondo quanto comunicato dalla Polizia Provinciale di Venezia, potevano essere aggressivi e pericolosi per l’uomo. Uno, per fortuna senza danni, è stato recuperato dall’allevatore. Gli altri due hanno percorso alcune centinaia di metri, invadendo proprietà private e danneggiando le recinzioni.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. La zona è stata così presidiata al fine di scongiurare ogni danno alle persone ed alla circolazione stradale.  Alle  10.30 la richiesta di intervento della Polizia Provinciale  di Venezia coordinata dal comandante Alessio Bui. Immediato l’attivarsi del  protocollo d’intesa tra Province. Gli animali, infatti, erano finiti a cavallo tra la provincia di Venezia e quella di Treviso. Da Belluno, invece, una pattuglia della Polizia Provinciale fornita di fucili lancia siringhe. Il possibile recupero degli animali, era stato chiesto dallo stesso proprietario.

Gli animali, del peso di circa una tonnellata cadauno, sono stati così accerchiati dagli Agenti delle Polizie Provinciali muniti di carabina e dai Carabinieri pronti ad intervenire nel caso estremo di pericolo. Il Vice Comandante della Polizia Provinciale di Venezia Antonio Lunardelli presente sul posto, il Vice Comandante di Belluno e un Agente di Belluno, si sono avvicinati a ventaglio agli animali, cercando di distrarli. In tal maniera il tiratore ha potuto raggiungere una vicinanza di circa venti metri che ha consentito di potere sparare le siringhe con il narcotico.

Gli animali, dopo una ventina di minuti, si sono adagiati al suolo, ma ancora svegli. Secondo la Polizia Provinciale di Venezia era questo un possibile effetto dell’adrenalina  accumulata in corpo a casua della fuga. Verso le 12.30 i due grossi tori, finalmente addormentati, sono stati recuperati dal proprietario e trasportati nella stalla. Già dopo un paio di ore, si sono rialzati assieme agli altri animali.

Secondo l’assessore alla Polizia Provinciale Giuseppe Canali “si è trattato di un’ottima operazione interforze tra le polizie provinciali, ben coordinata dalla Provincia di Venezia. L’intervento è stato tempestivo e sono stati evitati rischi per l’incolumità delle persone e della circolazione stradale. Mi congratulo anche con gli agenti delle polizie provinciali di  Treviso e Belluno per un gioco di squadra che ha dato un buon risultato e senza sacrificare gli animali”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati