lepre
GEAPRESS – Una giovane lepre “piovuta” in una casa di riposo per anziani. Succede a Varazze (SV) grazie alla “complicità di un alto muro di sostegno ove la bestiola si trovava a correre.

Subito soccorsa dai volontari dell’ENPA di Savona è stata poi consegnata al veterinario. Purtroppo le condizioni erano talmente gravi che il povero animale è morto poco dopo.

Sul caso, però, sembra potersi registare una certa ripetitività. Così come sottolineato dalla Protezione Animali sembra che vi siano stati altri episodi sui quali sono ora in corso gli accertamenti delle Guardie Zoofile dell’associazione. Secondo gli animalisti, infatti, questi animali potrebbero essere indotti a ritrovarsi in quel luogo una volta che sono inseguite dai cani da caccia. Anzi l’ENPA non esclude che siano state acquistate da qualche ricco cacciatore (un esemplare d’allevamento, quali quelli liberati nei boschi per il “ripopolamento venatorio” dagli Ambiti di Caccia e dalla Regione, costa circa 150 euro) per allenare i suoi cani, ovviamente in violazione della legge; alle lepri in fuga non resterebbe quindi altra scelta che farsi sbranare o gettarsi nel vuoto.

Questa inciviltà, commenta l’ENPA, deve finire al più presto e l’associazione userà ogni mezzo legale per individuare e denunciale il colpevole. Chi potesse dare utili informazioni può telefonare allo 019 824735 (dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19) o inviare mail a savona@enpa.org

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati