GEAPRESS – Dal camino provenivano strani rumori. Poi, si è capito cosa era. un rondinella finita nella canna fumaria di una casa di Varazze, in provincia di Savona. L’intervento della coppia proprietaria della casa è stato risoluto quanto determinante per la salvezza della rondine. I due non hanno esitato, infatti, a praticare un foro nel muro, raggiungere la canna fumaria e recuperare il piccolo animale completamente annerito dalla fuliggine. La rondine è stata poi consegnata ai volontari della Protezione Animali di Savona che stanno ora provvedendo alla pulizia e, successivamente, alla rimessa in libertà.

L’ENPA ricorda a questo proposito come rondini, balestrucci e rondoni sono animali protetti dalla legge ed è vietato pertanto distruggerne o asportarne i nidi, soprattutto nella stagione attuale di cura e crescita dei piccoli.

L’associazione si raccomanda in particolar modo agli amministratori condominiali ed alle imprese edili affinché pongano attenzione nell’esecuzione di lavori di manutenzione dei tetti e degli ultimi piani degli edifici. Semplici accorgimenti quali la stesura di ripari attorno ai nidi (ciò vale anche per gli altri volatili, quali colombi e gabbiani) ed una corretta programmazione dei tempi d’intervento evitano danni agli animali senza intralciare i lavori.

Proprio per tutelare questi utilissimi animali molti Comuni hanno elaborato ordinanze che disciplinano i lavori sui tetti e sulle grondaie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati