sciacallo dorato
GEAPRESS – Liberazione, nella giornata di ieri, di uno Sciacallo dorato accolto al Centro Recupero Animali Selvatici dell’Enpa di Trieste. La Protezione Animali tiene a sottolineare che si tratta dell’unico soggetto finora prelevato ancora in vita.

Il recupero dell’animale gravemente ferito era avvenuto lo scorso 10 aprile; lo Sciacallo venne ricoverato in prognosi riservata. Dopo circa un mese di cure giornaliere effettuate dal dott. Marco Lapia, veterinario esperto in fauna selvatica, senza mai effettuare sedazioni, lo sciacallo si è ripreso completamente riacquistando, nel mese successivo, la forma necessaria alla reintroduzione nell’ambiente di provenienza.

“Scortato” dai volontari della Protezione Animali, dalle Guardie Zoofile dell’Enpa, dal medico veterinario e dagli studiosi naturalisti lo Sciacallo dorato ha tranquillamente, ma con decisione, imboccato il sentiero per scomparire all’interno della folta macchia ai piedi del monte Cocusso dal quale, con molta probabilità, era giunto. Pochi minuti intensi di emozioni per tutti coloro che hanno partecipato, a vario titolo, alla missione salvifica dello sciacallo dorato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati