trani
GEAPRESS – Nessun  dissequestro del noto canile privato convenzionato di Trani che nei mesi scorsi è stato oggetto di intervento della Magistratura. A darne comunicaizone è la Lega Nazionale per la Difesa del Cane la quale fa presente come cani, maiali e  volatili rimarrano sotto custodia giudiziaria.

I rigraziamenti sono ora rivolti al Sindaco di Trani il quale, afferma la Lega Difesa del Cane, avendo revocato le autorizzazioni sanitarie necessarie all’esercizio dell’attività di rifugio, avrebbe  così messo  la parola fine al ritorno dell’ex gestore.

Si ricorda come l’intervento del NAS dei Carabinieri e della Task force del Ministero della Salute, dal quale scaturì il sequestro, era stato conseguente ad una denuncia della Lega Difesa del Cane e dell’UGDA, nominati poi custodi giudiziari. Qualche giorno addietro, però, era stato paventato il pericolo che la Magistratura potesse dissequestrare il canile.

Una vicenda giudiziaria che potrebbe forse avere nuovi sviluppi alla luce di una denuncia che la stessa Lega Difesa del Cane ha predisposto al fine di accertare le eventuali responsabilità di chi ha permesso questa situazione. “Non ci arrenderemo fino alla conclusione di questa vicenda – ha dichiarato Piera Rosati, Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – quando tutti gli animali saranno collocati in rifugi degni, o meglio, come auspichiamo, non avranno trovato il calore di una famiglia che li adotti e li ami. Per sempre”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati