cuccioli
GEAPRESS – In una terra dove il randagismo è la regola e la legge è l’eccezione. Così l’EITAL (Ente Italiano Tutela Animali) commenta l’ennesimo episodio di abbandono di cuccioli di cane che ha riguardato questa volta il territorio di Toritto, in provincia di Bari.

Il ritrovamento dei cuccioli è avvenuto grazie alla segnalazione  di un cittadino. Beppe Tosches, delegato EITAL per la Puglia, è così potuto correre a Toritto per mettersi subito alla ricerca dei cuccioli segnalati nelle campagne circostanti. Infine il ritrovamento, avvenuto all’interno di un Trullo.  Undici piccoli animali che nella loro bellezza si perdono tra le migliaia di cani che vagano per il territorio senza una meta e soprattutto senza la tutela della legge e abbandonati non si sa da chi.

L’EITAL sporgerà denuncia contro ignoti per il reato di abbandono di animali. Sulla vicenda però, vi è una ulteriore nota polemica. Secondo l’EITAL sarebbe stato richiesto l’intervento delle Autorità. Anche questo farà parte delle denuncia.

Il problema al sud lo conosciamo da anni – dichiara Antonio Colonna, responsabile EITAL – Il randagismo così come i canili, sono due facce della stessa medaglia. producono denaro e finanziano un sistema corrotto e colluso che ruota intorno; l’assenza delle Istituzioni e di volontà di risolvere il problema e l’assenza di proposte concrete“.

L’EITAL ha organizzato rapidamente un viaggio verso il nord, dove sono maggiori le possibilità di adozioni, senza staffette ma con l’impegno privato del delegato atteso a Bologna per stabulare gli animali in luogo protetto e sicuro.

I cuccioli ora cercano una casa e un futuro migliore rispetto a quello che da qual trullo li aspettava.
Questa la mail messa a disposizione per le adozioni:  ufficioaffidamenti@eital.it

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati