cagnolino
GEAPRESS – Operativo a Norcia fin da stamani. Si tratta del Punto Veterinario Avanzato dell’Ente Nazionale Protezione Animali, da dove i veterinari e i volontari dell’associazione sono impegnati nelle operazioni di soccorso d’intesa con i Vigili del Fuoco. Sul posto, in favore degli animali bisognosi, l’ENPA ha fatto arrivare l’Unità di Intervento Nazionale di Enpa, le Sezioni di Teramo, Terni, Perugia, Roma, Manfredonia, Rimini, Meldola, Amatrice.

In queste ore, afferma la Protezione Animali, l’emergenza principale riguarda i cani e i gatti e gli altri pet, che, in seguito alla fuga precipitosa dei loro proprietari (i quali in molti casi non sono potuti tornare alle loro case) sono rimasti all’interno delle case pericolanti o parzialmente crollate. In queste ore si sta cercando di recuperarli posizionando gabbie trappola in prossimità delle abitazioni.

Già alle 13.00 di oggi sono stati salvati dai Vigili del Fuoco sedici animali, tra cani e gatti. I Vigili del Fuoco sono infatti gli unici ad avere accesso alla zona rossa. Gli animali così ritrovati sono stati portati al Punto Veterinario Avanzato: quattro di loro sono stati restituiti ai proprietari. Dal Punto Veterinario Avanzato Enpa ha attivato anche la distribuzione di pet food. Gli animali ceduti a Enpa o gli animali di proprietari che dichiarano di non poterli più accudire vengono trasferiti presso il canile Enpa di Perugia.

C’è, poi, l’emergenza – in gran parte ancora irrisolta – degli sfollati con animali al seguito. Purtroppo Enpa, che rinnova l’appello al buon senso, alla solidarietà e alla responsabilità, continua a ricevere segnalazioni di strutture che continuano a rifiutare i pet. Progressi si registrano nel Teramano dove gli sfollati con cani al seguito vengono dirottati presso il centro di accoglienza dell’Università Veterinaria di Piano d’Accio (Teramo). Nel ringraziare il Comune di Teramo per questa importantissima dimostrazione di solidarietà, Enpa auspica che tale esempio venga seguito anche da altre amministrazioni comunali in zone colpite dal sisma.

In queste ore, l’intervento di Enpa sta interessando non soltanto la zona di Norcia ma gran parte della linea del “fronte sismico”: da Amatrice a Teramo, dove è attiva un’altra squadra di Enpa che sta prestando assistenza agli animali degli sfollati anche con distribuzione di pet food. Da Visso e Camerino, zone dove nelle quali Enpa interverrà non prima di domani, viene segnalata l’urgenza legata alla presenza di animali nelle case danneggiate dal terremoto.

Enpa continua a tenere sotto costante monitoraggio una situazione che risulta in continuo divenire poiché molte località, soprattutto frazioni di montagna, sono ancora inaccessibili. Ma anche in uno scenario così complesso e difficile non manca un elemento positivo. «Al momento – spiega Enpa – non ci risultano animali deceduti a causa del sisma. Speriamo con tutto il cuore che questo dato possa trovare conferma anche nelle ore e nei giorni a venire».

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati