cane oipa
GEAPRESS – Segregata in un balcone di una abitazione della provincia di Teramo. In tal maniera riferiscono le Guardie Zoofile dell’OIPA dopo l’intervento che ha portato alla liberazione di una cagnolina di otto anni di età.

Sempre secondo l’OIPA, il piccolo cane sarebbe stato detenuto senza acqua ne cibo, oltre che di un idoneo riparo dal sole. Anzi, nella ciotola sarebbe stato ritrovato un mozzicone di sigaretta con un dito scarso di acqua. Sul pavimento, inoltre, feci ed urina.

Risultando non rintracciabile la proprietaria di origine straniera l’OIPA si è rivolta al Sindaco chiedendo l’emanazione di una Ordinanza urgente che consentisse il prelievo dell’animale e il trasferimento presso una struttura idonea. L’intervento del primo cittadino ha così consentito il recupero della cagnolina.

Si spera ora in una felice adozione.

L’OIPA approfitta dell’occasione per ricordare l’importanza della denuncia nel caso di maltrattamenti o cattiva detenzione. Solo in questa maniera, afferma sempre l’OIPA, è possibile togliere gli animali da condizioni di vita irrispettose delle loro caratteristiche etologiche.

Questa la mail messa a disposizione per l’adozione guardieteramo@oipa.org

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati