capra
GEAPRESS – Dovrebbero essere state uccise tutte le cinquanta capre che popolavano allo stato selvatico l’isolotto di Es Vedrà nelle Baleari. La decisione presa dalle Autorità locali e da quelle per la protezione della natura sarebbe stata eseguita, secondo quando diffuso dal PACMA, il Partito Animalista, con fucili a lunga gittata.

Un fatto, quest’ultimo, che potrebbe avere lasciato in agonia alcuni  animali.

Tale ipotesi sembra ora essere confermata da una testimonianza riportata dal PACMA. Si tratta di un pescatore che con la sua barca ha sentito sparare dall’isolotto. Avvicinatosi è stato informato di cosa stava succedendo. I lamenti delle capre sarebbero stati oltremodo evidenti, così come la scena pietosa di una capra accanto al suo piccolo  colpito mortalmente.

Verosimilmente quello che è in atto nell’isolotto spagnolo è un  piano di eradicazione (ve ne sono anche in Italia) nei confronti di specie alloctone, ovvero non originarie dei luoghi, che rischiano di mettere in pericolo con la loro presenza l’equilibrio naturale. Le critiche riguardano in modo particolare i metodi scelti, ovvero i fucili.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati