cavia
GEAPRESS – L’episodio risale a domenica scorsa quando una signora si è accorta di tre cavie nel marciapiedi sotto casa. Un istante dopo ne avvista altre due, recuperandole tutte e cinque.

Il suo tempestivo intervento, commenta l’ENPA di Monza e Brianza, ha probabilmente salvato loro la vita. Le cavie, infatti, erano già state adocchiate da un gatto; trattandosi di animali vissuti fino a poco tempo prima come animali domestici, non erano certo sufficientemente esperte da poter sopravvivere in un ambiente a loro sconosciuto. La signora ha chiesto a tutto il vicinato ma nessuno sapeva nulla delle cavie.

La Protezione Animali spiega che si tratta di cavie di razza inglese, una coppia di giovani genitori di 8/9 mesi e i loro tre cuccioli che hanno circa 2 mesi e mezzo. Si tratta dell’ennesimo esempio di animali acquistati con leggerezza per poi essere abbandonati quando il proprietario si accorge di non potersene o di non volersene più occupare. L’arrivo della famigliola di cavie, ha ora incrementato il già consistente gruppo di conigli e roditori abbandonati, ceduti o sequestrati, ospitati dall’ENPA di Monza e Brianza.

Adozione e contatti

Attualmente ospiti dell’ENPA monzese in cerca di casa, ci sono sette cavie, otto conigli di taglia grande, tre conigli nani e un cincillà. Le cavie sono animali socievoli e saranno affidate in coppie dopo la sterilizzazione del maschio. Chi fosse interessato alla loro adozione può scriverci a selvatici@enpamonza.it.

Approfondimenti
Per sapere di più sulle caratteristiche, esigenze e gestione delle cavie, l’ENPA consiglia di consultare l’eccellente scheda sul sito dell’Associazione Animali Esotici: http://www.aaecavie.it/Schede/Scheda_cavia.html

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati