cucciolo nel motore
GEAPRESS – Due interventi eseguiti stamani dai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, sezione di Soverato (CZ).

Ai due cagnolini, estratti rispettivamente dal vano motore e da una delle ruote di un secondo veicolo, poteva finire molto male. Per fortuna l’ennesimo abbandono di cuccioli di cane, avvenuto nei pressi dell’ospedale della cittadina calabrese, è stato subito comunicato alla sezione locale della Lega Difesa del Cane  intervenuta con la responsabile Serena Voci ed il marito Giuseppe Lomanno.

Due cuccioli venivano subito recuperati mentre un terzo animale si sentiva guaire disperatamente. L’immediato sopralluogo ha così consentito di verificare come il povero cagnolino era riuscito a raggiungere direttamente gli ingranaggi del motore di una autovettura posteggiata nei pressi. Sarebbe bastato un attimo di distrazione per causare la morte del piccolo animale.

Almeno venti minuti sono occorsi a Giuseppe Lomanno per estrarre il cagnolino. “Il cucciolo – riferisce a GeaPress Serena Voci  – era incastrato con la testa e la parte anteriore del copro tra gli ingranaggi. Riuscire a portarlo via da quell’inghippo è stato veramente molto difficile ma per fortuna, dopo tanti tentativi, si è riusciti ad estrarlo incolume. Ora è con noi e cerca adozione. Certo non potevamo aspettarci che una emergenza così insolita non fosse ancora finita“.

Poco dopo che tutti e tre i cagnolini erano stati portati in salvo, è infatti arrivato un secondo allarme. Un quarto cucciolo, rimasto  silente nel corso del primo salvataggio, aveva iniziato a guaire dopo che i volontari si erano allontanati.

Non riuscivo quasi a credere alla seconda segnalazione – spiega Serena Voci – Un quarto cucciolo che, come il fratellino, era anch’esso negli ingranaggi di un’autovettura. Questa volta il “varco” trovato era in una ruota. Anche in questo caso sono stati attimi di apprensione e si è dovuta smontare la ruota per arrivare a lui. Ha guaito per tutto il tempo, ma alla fine siamo riuciti a portare fuori anche lui“.

I quattro cuccioli, ora accuditi dai volontari, andranno presto in adozione. Per informazioni ci si può rivolgere direttamente alla Lega Difesa del Cane, sezione di Soverato. In questo caso, più che mai, vale la regola generale: teneteli lontani dalle macchine.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati