cicogna
GEAPRESS – Due giovani di Cicogna bianca sono stati recuperati l’altro ieri a Solano di Bagnara (RC).

Gli animali apparivano privi di ferite visibili ma del tutto incapaci di volare. Ad intervenire la Polizia Provinciale di Reggio Calabria la quale si è poi messa in contatto con i colleghi della Provincia di Catanzaro per la consegna al CRAS  (Centro di Recupero Animali Selvatici) gestito da quest’ultima Amministrazione provinciale.

Le due cicogne sono state visitate dal Medico Veterinario dott. Fabio Castagna, esperto di patologie delle specie selvatiche. Dal primo esame  i due animali appaiono affetti da una grave astenia probabilmente dovuta alla malnutrizione. L’esame dei muscoli sternali ha infatti rilevato come questi ultimi si presentino particolarmente incavati. Uno stato non recente che potrebbe altresì spiegare la causa di un lieve shock che caratterizza i due animali.

Bisogna attendere ventiquattro ore prima di definire al meglio lo stato di salute degli animali – ha riferito a GeaPress il dott. Fabio Castagna – ma sono ottimista. Le due cicogne – ha aggiunto il dott. Castagna – hanno a mio avviso buone possibilità di recupero“.

Dunque, il periodo necessario per le cure riabilitative disposte  dal dott. Castagna e dalla dott.ssa Debora Giordano, direttore Medico veterinario del Centro.

Una volta avvenuto il recupero, il luogo che potrebbe essere scelto per la liberazione è l’oasi del WWF del lago dell’Angitola, in provincia di Vibo Valentia. Un’area protetta che potrà garantire la tranquillità necessaria per la ripresa della  migrazione verso le aree di svernamento africane.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

N.B.: Il commissario Arcolà delle Guardie Zoofile LIDA sezione regionale di Reggio Calabria, precisa che la consegna delle cicogne alla Polizia Provinciale è avvenuta a seguito del recupero effettuato dalle stesse Guardie, grazie alla richiesta d’intervento da parte di un bambino di 4 anni che le ha trovate nei boschi di Solano.