espagneul breton
GEAPRESS – Vagava tra le auto che sfrecciavano lungo la tangenziale, a quattro corsie, che da Porta San Marco si dirige verso  Siena Nord. Numerose telefonate erano per questo  giunte alla Polizia, intorno alle 19.00 di ieri. Un cane di media taglia che si aggirava pericolosamente libero sulla strada extraurbana della città di Siena.

Gli agenti delle Volanti della Questura, in servizio di controllo del territorio, si sono immediatamente portati nella zona per cercarlo. Le segnalazioni giunte al 113 lo indicavano nella parte sud verso la diramazione per Grosseto.

Con  molta difficoltà, dopo un po’ sono riusciti ad individuarlo a nord, nei pressi delle gallerie dell’Acquacalda.

Il cagnolino, un Espagneul Breton bianco/arancio, è stato avvicinato dai poliziotti ma, sul momento, con l’aria diffidente, non voleva saperne di farsi prendere. Gli agenti, allora, hanno capito che era sospettoso nei confronti delle persone estranee e hanno escogitato uno stratagemma. Si sono fermati lungo la strada, hanno aperto le porte retrostanti dell’auto di servizio e l’hanno chiamato.

Ecco che allora il cane è salito  a bordo contento.

A quel punto i poliziotti lo hanno accompagnato in Questura e, dopo aver verificato se avesse un segno di riconoscimento per individuarne il proprietario, trovandogli impresso il tatuaggio, hanno contattato il personale reperibile del Canile Comunale di Vescovado di Murlo al quale è stato affidato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati