gatto nero
GEAPRESS – Ad insospettirsi di quanto stava succedendo è stato un sostituto Commissario della Pubblica Sicurezza fuori servizio.

Nel pullman turistico proveniente dalla Romania, fermo sul piazzale contiguo al casello autostradale di Sestri Levante (GE), veniva notata una gabbia con due gattini. Dal pullman, infatti, stavano scendendo alcuni passeggeri e dal bagagliaio si stava provvedendo a scaricare pure i piccoli animali la cui gabbia veniva prelevata da un uomo e una donna.

L’agente faceva così deporre la gabbia a terra e ad allertare le Forze dell’Ordine intervenute con il personale del Corpo Forestale dello Stato di Sestri Levante (GE), del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF) di Genova e i Carabinieri di Sestri Levante.Alla donna di cittadinanza ucraina e all’uomo di nazionalità rumena venivano così contestati i reati di introduzione nel territorio nazionale ai fini commerciali con mezzi non idonei al trasporto di animali vivi. In particolare gli investigatori riferiscono di gabbie piene di escrementi e prive di cibo e acqua.

In tutto otto cuccioli di gatto di razze pregiate che sarebbero risultati privi di sistema di identificazione individuale e delle certificazioni sanitarie e di trasporto.

Sul posto anche il Veterinario reperibile dell’ASL 4 che certificava l’età degli animali inferiore a 2 mesi e lo stato di disidratazione verosimilmente dovuto alle condizioni e alla durata del trasporto. Secondo il Corpo Forestale dello Stato è da ritenere che i micetti viaggiassero in quelle condizioni da più di 24 ore. Tutti cuccioli, oltre alle gabbie atte al loro trasporto, venivano posti sotto sequestro. Per i micetti il Veterinario disponeva l’immediato trasferimento, a cura della Croce Bianca di Rapallo, in struttura idonea per le appropriate cure.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati