randagio cara
GEAPRESS – Abbandonato e poi investito da un pirata della strada. Un destino crudele che, alcuni mesi addietro, ha visto coinvolto un cagnolino di Serino (AV), poi affettuosamente chiamato “Ciro”.

Una brutta ferita alla zampa per la quale si è dovuto dovuto ricorrere all’amputazione. A salvarlo da morte sicura furono i Carabinieri del Comando Stazione di Serino  che intervennero nei luoghi con il Maresciallo Claudio Gaeta ed il Carabiniere scelto Pagliarulo Giuseppe. I due militari riuscirono  a fermare l’emorragia provvedendo nel contempo a chiamare l’ambulanza dell’ASL veterinaria.

Gli stessi Carabinieri ed il Maresciallo Gaeta in particolare, del resto, non sono nuovi a questi interventi. Anzi, così come riferito a GeaPress da Michele D’Alessio, volontario dei luoghi, sono loro a garantire un supporto fondamentale in zone dove il randagismo e la microcriminalità, imperano.

Ciro, nel frattempo, ha percorso molta strada; per lui il cielo si è rasserenato poco tempo dopo l’intervento chirurgico. Un’adozione sicura e la gioia di vivere  rinata con la nuova famiglia che oggi è lieta di mostrare la foto di un “nuovo” cane. La mancanza della estremità distale della zampa posteriore sinistra, sembra, infatti, non avere inciso sul carattere del piccolo “Ciro” che oggi, grazie all’intervento dei Carabinieri, dei volontari e della famiglia che lo ha adottato, si gode una vita tranquilla e serena.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati