serino carabinieri
GEAPRESS – Abbandonato e poi investito da un pirata della strada. Così Michele D’Alessio, volontario animalista della provincia di Avellino, descrive quanto successo ad un povero cane nei pressi di Serino (AV).

Una brutta ferita alla zampa per la quale, questo pomeriggio, si è dovuto ricorrere all’amputazione. Il cane, però, sarebbe sicuramente morto se nei luoghi non fossero intervenuti i Carabinieri del Comando Stazione di Serino. Il Maresciallo Claudio Gaeta ed il Carabiniere scelto Pagliarulo Giuseppe hanno cercato di fermare l’emorragia provvedendo nel contempo a chiamare l’ambulanza dell’ASL veterinaria.

Gli stessi Carabinieri ed il Maresciallo Gaeta in particolare, non sono nuovi a questi interventi. Anzi, a sentire lo stesso Michele D’Alessio, sono loro a garantire un supporto fondamentale in zone dove il randagismo e la microcriminalità, imperano.

Dalle nostre parti – dichiara Michele D’Alessio a GeaPress – si registrano tantissimi avvelenamenti per non parlare dei ripetuti episodi di maltrattamento nei quali mi sono imbattuto. Dai Carabinieri ho un aiuto costante che per me è molto importante. Intervengono sempre – aggiunge il volontario – in luoghi dove il vivere è difficile e non solo per i cani“.

Da trent’anni impegnato nel volontariato in favore dei randagi, Michele D’Alessio è altresì un giornalista dotato della straordinaria capacità di descrivere in poche battute l’atmosfera che si respira nei luoghi . A cavallo tra le province di Avellino e Napoli, Michele è riuscito a fare adottare centinaia di cani mentre, per tanti altri, provvede all’assistenza  quotidiana. Il cagnolone salvato oggi dai Carabinieri, dovrà passare il resto della sua vita con tre zampe, ma su di lui non mancherà l’affetto di Michele. Ai Carabinieri, intanto, il sentito grazie per l’importante intervento che oltretutto ha evitato possibili incidenti stradali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati